L’ABS

L’acrilonitrile-butadiene-stirene o ABS, (C8H8· C4H6·C3H3N)n è un polimero termoplastico utilizzato per creare oggetti leggeri e rigidi come tubi, lastre o altro.

Ma per tutti l’ABS è il materiale con cui sono fatti i mattoncini LEGO®!

LEGO® è un’azienda danese produttrice di giocattoli fondata nel 1916 da Ole Kirk Kristiansen, è nota internazionalmente per la sua linea di mattoncini assemblabili la cui produzione iniziò nel 1949, ma soltanto nel 1958 essi assunsero la particolare forma che ne caratterizzerà l’assemblaggio; il nome venne ideato nel 1934 dall’unione delle parole danesi “leg godt” che significa “gioca bene”.

CICERI è un’azienda italiana produttrice, inizialmente, di minuterie metalliche fondata nel 1917 da Egidio Ciceri, nota a livello nazionale per l’estrusione di termoplastiche in lastra e filamento per stampa 3D con il marchio FILOALFA®.

Certo non si pretende di accostare Ciceri de Mondel ad un’azienda storica, innovativa e visionaria come LEGO®, ma qualcosa ci accomuna: la longevità e la passione per l’ABS!

Questo polimero se da una parte sembra una materia plastica “cattiva”, dall’altra ha fatto giocare, e continua a far giocare e sognare, milioni di bambini e adulti in tutte le parti del mondo, con fantasia e creatività, oltre ad avere innumerevoli applicazioni utili.

Ma cerchiamo di capire qualcosa di più su questa versatile termoplastica.

 

Caratteristiche:

L’ABS è un polimero amorfo prodotto tramite polimerizzazione, in emulsione o in massa, di acrilonitrile e stirene in presenza di polibutadiene. Le proporzioni possono variare dal 15% al 35% di acrilonitrile, dal 5% al 30% di butadiene e dal 40% al 60% di stirene. 

Lo stirene monomero conferisce all’ABS una buona processabilità, l’acrilonitrile la rigidità e la resistenza termica e chimica, mentre il butadiene rende il prodotto più tenace e resiliente, anche a basse temperature.

Cambiando le proporzioni dei suoi componenti, l’ABS prodotto può avere diverse qualità.

 

Pro:

L’ABS è una plastica tenace e resistente agli urti, ha un basso coefficiente di ritiro, un’elevata stabilità dimensionale e una buona resistenza agli acidi, agli alcoli, agli oli animali, vegetali e minerali, alle basi e al calore. Subisce l’attacco degli acidi solforico e nitrico concentrati. E’ solubile negli esteri, nei chetoni, nel 1,2-dicloroetano e nell’acetone.

 

Contro:

L’ABS viene danneggiato dall’esposizione alla luce solare. Per questo motivo è possibile aggiungere antiossidanti o additivi anti UV per migliorarne la resistenza.

 

Tipologie di lavorazione:

Le due principali tecnologie di lavorazione dell’ABS sono l’estrusione e lo stampaggio ad iniezione. Se estruso in filamento trova ottime applicazioni nella stampa 3D FDM.

 

Proprietà:

Generalmente le temperature di esercizio dell’ABS sono tra i -20° e gli 80 °C.

Le proprietà del prodotto realizzato in ABS sono influenzate da come il materiale è processato per ottenere l’oggetto finito. Per esempio: lo stampaggio ad alte temperature migliora l’esteticità e la resistenza termica del prodotto mentre una migliore resistenza all’impatto e solidità sono ottenute dallo stampaggio a basse temperature.

Alcune fibre (solitamente fibre di vetro) e altri additivi possono essere uniti ai granuli di resina per rendere i prodotti finiti più resistenti a sforzi meccanici o termici (aumentando la temperatura massima d’esercizio oltre gli 80 °C). È possibile inoltre aggiungere pigmenti per ottenere varie colorazioni, ciò è necessario in quanto il materiale grezzo è di colore avorio traslucido o bianco. 

L’ABS è infiammabile se esposto a temperature elevate. Il polimero si scioglie ed entra in ebollizione: i vapori bruciano con fiamme calde ed intense rilasciando gas tossici. Ad elevate temperature (400 °C) l’ABS può decomporsi nei monomeri che lo compongono: butadiene (cancerogeno per l’uomo), acrilonitrile (possibile cancerogeno per l’uomo) e stirene.

Le schede tecniche definiscono l’ABS come un materiale “non tossico” e “non cancerogeno” nella normale manipolazione. La pericolosità è limitata ai fumi sprigionati durante la combustione vera e propria, e all’inalazione di polveri sottili eventualmente derivate da processi di carteggiatura e similari.

Tutto questo, anche se un po’ inquietante ad una lettura “non tecnica”, sta in realtà ad indicare quanto l’ABS sia un polimero, versatile e sicuro.

 

Applicazioni:

  • generali: giocattoli, articoli di consumo, telefoni, caschi protettivi;
  • industria automobilistica: pannelli interni di portiere, montanti, componenti di sedili, griglie, pannelli degli strumenti, alloggiamenti di specchi;
  • elettrodomestici: alloggiamenti per apparecchi da cucina e aspirapolvere, pannelli di comando;
  • estrusione (e termoformatura): lastre, piatti doccia, tettucci di trattori, profili, rivestimenti interni di frigoriferi, valige.

Ciceri de Mondel produce lastre termoplastiche estruse in ABS su misura in termini di dimensioni, colori e finitura per applicazioni industriali in svariati settori e adatte a diversi tipi di lavorazione, compresa la termoformatura.

Ma noi, anche se non si tratta di oggetti prodotti tramite estrusione, quando pensiamo all’ABS continuano a pensare ai mattoncini LEGO®!

 

Articoli recenti

Il PLA

L'acido polilattico, o polilattato,  (C3H6O3)x è il polimero dell'acido lattico. Caratteristiche: Il PLA è una bioplastica biodegradabile, ossia una molecola di origine vegetale, ottenuta attraverso un processo di fermentazione e polimerizzazione dell’amido, con

Curiosità sul plexiglass

COSA È IL PLEXIGLASS? Il polimetilmetacrilato (o PMMA) è una materia plastica formata da polimeri del metacrilato di metile. Il polimetilmetacrilato (detto anche acrilico colato) fu scoperto nei primi anni Trenta dai chimici britannici dell'Imperial Chemical Industries in Inghilterra, che

Tutti i nomi del polistirolo

POLISTIRENE, POLISTIROLO E POLISTIROLO ANTIURTO O ESPANSO: FACCIAMO UN PO’ DI CHIAREZZA. Quando si parla di polistirene o di polistirolo si rischia di fare un po’ di confusione, anche perché,

L’ABS

L'acrilonitrile-butadiene-stirene o ABS, (C8H8· C4H6·C3H3N)n è un polimero termoplastico utilizzato per creare oggetti leggeri e rigidi come tubi, lastre o altro. Ma per tutti l’ABS è il materiale con cui sono fatti i mattoncini LEGO®! LEGO®

La termoformatura

La termoformatura è una tecnica di stampaggio delle materie plastiche in lastra (o in film) che permette la realizzazione di pezzi di vario genere. Ne siamo circondati … ma se

Una scelta per l’ambiente

Da sempre attenta alla gestione delle materie plastiche in un’ottica “circolare” Ciceri de Mondel ha deciso nel 2019 di certificarsi ottenendo, all’inizio del 2020, la certificazione “,Plastica Seconda Vita”. Cosa